×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Post category:Ambiente

di Valsusa Report L’incidente avvenuto il 20 gennaio, verte sulle tubazioni dichiarate pericolose nella casualità di un terremoto “non terranno ad un terremoto, ma non c’è pericolo, le probabilità sono nulle” ha dichiarato EDF. La centrale nucleare di Bugey si trova nella regione di Bugey, comune di Saint-Vulbas (Ain), 19 km da Ambérieu en Bugey a 35 chilometri ad est di Lione e 110 km da Ginevra. Il sito nucleare occupa una superficie di 100 ettari sulla riva destra del Rodano [fonte wikipedia]. La Vulnerabilità del circuito di raffreddamento rende pericolosa la centrale. Durante l’estate furono trovate 4 perdite nel circuito di raffreddamento del reattore numero 2 sigillate da collari di tenuta. EDF ha chiesto ulteriori analisi su questo fatto, poi ha deciso di riparare l’ultima perdita nel mese di gennaio 2016. I primi risultati dei tecnici dicono che “i tubi hanno mostrato dello spessore residuo e non permettono di resistere in sicurezza sismica di livello medio-alto”, scrive ASN. EDF ha quindi classificato il fatto come livello 1 della INES (incidenti nucleari internazionali). Da wikipedia l’elenco che già dal 1969 ha colpito di incidenti la centrale che dovrebbe iniziare la sua dismissione in quanto impianto obsoleto: Incidenti 1969: Un Jodel […]

Sorgente: Incidente nucleare vicino a Lione, in Francia – TG Valle Susa

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

556€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€