È da un po’ di tempo che il caro faccialibro non ci vuole molto bene, più o meno da quando è uscita la nuova faccina dell’abbraccio, evidentemente a noi degli abbracci non ce li vuole proprio dare.

Il 2020 per noi è iniziato regalandoci ottimi risultati sia sul social che anche nel nostro sito, chiaramente siamo stati aiutati dal fatto che molto persone fossero rinchiuse dentro casa, ma abbiamo ottenuto delle cifre veramente alte.

Questo è il nostro grafico di tutte le visite da gennaio a giugno 2020, molti diranno vabbè tutto questo casino per quattro visitarelle?

Per noi sono dei buoni risultati 😁 e ci piace pensarlo.

Dal mese di Settembre abbiamo iniziato a vedere un calo drastico, le interazioni, i commenti, le condivisioni, tutto sparito non esistevano più. I post condivisi ottenevano al massimo 20 visualizzazioni, stiamo parlando post condivisi su una pagina da 10.000 like..

Sono iniziati ad arrivare dei messaggi dai velocissimi Fast-check, quelli che sono subito pronti a contestare il tuo articolo senza poi dire cosa realmente stai sbagliando o cosa dover cambiare.

Parliamoci chiaramente tutti commettono degli errori, la differenza la fa chi lo ammette e ne agisce di conseguenza, prendendosi anche un cazziatone, ma avere il coraggio di ammettere lo sbaglio è già un passo avanti per la propria evoluzione personale.

Forse sono stati commessi degli errori, come anche tante testate giornalistiche più famose, potrei iniziare a fare una bella lista di tutte le fake news condivise da loro, ma sinceramente non penso sia utile perdere del tempo per parlare male di qualcuno o qualcosa.

Purtroppo abbiamo il presentimento che la pagina verrà chiusa, speriamo di no, ma non ci vogliamo far trovare impreparati. Abbiamo pensato di iniziare ad utilizzare un nuovo strumento social, che è Telegram, è tutto nuovo anche per noi, ci dobbiamo ambientare e capire come utilizzarlo nei migliori dei modi.

Per questo è stato creato un canale ed un gruppo su Telegram, vi spiego subito che cosa sono e come utilizzarli;
Nel canale vengono pubblicati tutti i nostri articoli direttamente per poter rimanere sempre aggiornati, essendo un canale non si può parlare tra di noi, ogni post può essere commentato, ma potete solo seguirci, sinceramente solo questo strumento non ci piaceva, volevamo qualcosa di più e ci è venuta un’altra idea, sfruttando il gruppo, dove è possibile parlare tra di noi, possiamo ricevere tutte le vostre segnalazioni su articoli presi da internet o anche video. Quindi creare un gruppo dove voi stessi sarete i primi a collaborare con noi, inviandoci ciò che ritenete importante (magari prima di condividere leggete tutto l’articolo e verificate che non sia una Bufala). Tutti potranno aiutarci ogni giorno inviandoci materiale, chiediamo solo la cortesia di non utilizzare il gruppo per parlare, ma solo per inviare gli articoli e/o che voi stessi avete trovato. In futuro verrà creato un gruppo per conoscerci meglio.

Vi lasciamo i link per poter entrare sia nel gruppo che nel canale, ricordatevi di seguire quelle piccole regole e di condividereeeeee!

Link del gruppo: https://t.me/GruppoRassegnaStampa

Link del canale: https://t.me/RassegnaStampa2Punto0

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK


SOSTIENI LA CONTROINFORMAZIONE ITALIANA LIBERA E INDIPENDENTE

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Rassegna stampa 2.0 è una fonte d’informazione alternativa indipendente che fino ad ora si è sostenuta grazie ed unicamente al lavoro e alla passione di due ragazzi italiani, David e Mirco.

Oggi però le cose stanno velocemente cambiando e la censura preventiva dei social, per quanto riguarda le fonti di controinformazione libera come la nostra, si stanno facendo sempre più dure, restringenti e discriminanti. Le spese non sono più sostenibili e la passione e la buona volontà non bastano più.

Se non riusciamo a raggiungere una cifra adeguata che ci permetta di autofinanziarci per tutto il 2021, saremo purtroppo costretti a chiudere, al contrario, se la raccolta dovesse andare a buon fine, potremmo portare a termine i tanti progetti che abbiamo chiuso nel cassetto per mancanza di fondi, primo su tutti la creazione di una “tavola rotonda per Italexit”.

Abbiamo deciso di rinunciare al guadagno tramite pubblicità perché crediamo che il giornalismo non debba esserne schiavo e tantomeno usare il metodo acchiappia click, ma soprattutto perché crediamo nella generosità di chi ha compreso che la controinformazione libera ed indipendente é una parte essenziale della verità.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

162€ of 10.000€ raised
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 1,00€