×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Categoria dell'articolo:Articoli in evidenza

Questa volta Mark l’ha combinata veramente grossa: censurato il gruppo di italexit con 130 mila iscritti , 15 giorni prima delle elezioni !
uno scandalo senza precedenti , un ingiustizia che difficilmente potrà essere dimenticata : 130mila persone  , migliaia di post , articoli e commenti spariti , senza nessun preavviso .

secondo il Nazisocial , il motivo per cui il gruppo è stato disabilitato è questo :

“italexit viola i nostri standard della comunity in materia di incitamento all’odio “

Più volte gli utenti si sono chiesti quali fossero i criteri, vedendo filmati terribili circolare e immagini innocue cancellate dopo pochi minuti ed ora abbiamo la certezza che i criteri con cui vengono bloccati gruppi , pagine o account , siano gli stessi che usavano i Nazisti .

La GIUSTIFICAZIONE di Facebook. «Mantenere le persone su Facebook al sicuro è la nostra priorità», hanno scritto dai vertici della multinazionale. «Mark Zuckerberg ha recentemente annunciato che nel corso del prossimo anno saranno aggiunte 3000 persone, oltre ai 4500 che abbiamo oggi, per visionare milioni di segnalazioni ricevute ogni settimana e migliorare il processo rendendolo più rapido. Inoltre stiamo costruendo strumenti migliori per rendere la comunità sicura».

Quindi Mark ha dato seguito alla sua minaccia e il tempo della discriminazione virtuale è arrivato.

possiamo stare fermi con le mani in mano , senza fare nulla e senza ribellarci ?

purtroppo pare proprio di si … e questo blocco , nostro malgrado , potrebbe dare il colpo di grazia al nostro giornale indipendente .

Rassegna Stampa è nato per informare i cittadini vessati dalle istituzioni e per difendere i più deboli dai soprusi…

Abbiamo sempre cercato di dare spazio e visibilità a chi non ne aveva ma dopo questi fatti , calcolando che la situazione può solo che peggiorare , ci troviamo costretti a fare un passo indietro .

Rassegna Stampa continuerà ad informarvi sulle “rivoluzioni ” in atto nel paese , ma i post sui social verranno fortemente limitati proprio per evitare ulteriori sansioni .

Chiaramente le cose potrebbero cambiare con il vostro supporto, sia economico che morale , non lasciateci soli :

Continua dopo il Link per sostenerci :  

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

758€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€

Sorgente: Come funziona la censura Facebook I documenti svelati dal Guardian – Prima Bergamo

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

758€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€