eliminazione della quattordicesima e di una riduzione della tredicesima, che potrebbero essere sostituite con interventi anti povertà.

Un altro intervento possibile, secondo lo studio, andrebbe portato avanti sulle pensioni di reversibilità: quelle italiane con un livello del 2,75% del Pil sono le più alte in Europa. Gli economisti chiedono di fissare un’età minima perchè il coniuge vedovo ne benefici e di eliminare la possibilità che ne beneficino altri familiari.

Infine, in tema di contributi previdenziali lo studio evidenza la disparità tra quelli dei lavoratori dipendenti (al 33% del salario) e quelli degli autonomi e chiede di alzare ad almeno il 27% dall’attuale 24% l’aliquota di questi ultimi

http://www.wallstreetitalia.com/fmi-bacchetta-litalia-pensioni-troppo-alte-via-la-quattordicesima/

 

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK