Loading...
ECONOMIAESTERONEWS

Argentina in default: scontro con il fondo monetario internazionale

“no pago de la deuda”, nessun pagamento del debito! Rottura con il fondo monetario internazionale…

“Jeffrey Sachs usa un’immagine: “Basta una sola auto che sbanda sull’autostrada, per provocare un maxi-tamponamento con altre 50 vetture”. Paragona l’Argentina di oggi al Messico del 1982, alla Thailandia del 1997.”

“se gli altri creditori non offrono scelte sostenibili, sono loro a voler imporre il default”. BlackRock gestisce un patrimonio di 6.500 miliardi di dollari, la sproporzione colpisce: Buenos Aires ha un debito totale che vale solo l’1% degli asset di BlackRock; oppure il 2% delle manovre di spesa pubblica varate dagli Stati Uniti in due mesi di pandemia.

Il governo del presidente Fernandez ha fatto una proposta nei termini seguenti: tre anni di congelamento dei pagamenti; un taglio delle cedole dei bond; scadenze prolungate al 2030 e oltre. L’insieme di queste proposte equivalgono ad uno sconto di un terzo circa.

Economie relativamente piccole, eppure trascinarono dietro di sé delle crisi globali. Sachs osserva che nessun paese – neppure gli Stati Uniti – in questa fase riuscirebbe a onorare un servizio del debito che ha un rendimento reale del 7% come quello argentino. E stima che dietro un default argentino potrebbero essere dalle 30 alle 40 nazioni le candidate al contagio, in questo caso finanziario.

Fonte

 

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss