×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Categoria dell'articolo:Estero

Il tennista serbo, numero 1 del mondo, ha infatti vinto il ricorso contro la cancellazione del visto di ingresso e potrebbe riuscire a difendere il suo titolo agli Australian Open, al via il prossimo 17 gennaio.

La madre ha denunciato che Nole «è stato esposta a tortura», e che la sentenza della giustizia australiana è «la più grande vittoria» nella carriera del figlio. «La giustizia ha vinto, ha vinto lo Stato di diritto» ha esultato il padre, «Siamo dei combattenti per la giustizia», ha aggiunto il fratello Djordje, che ha anche detto che Nole è già tornato ad allenarsi.

Continua dopo il Link per sostenerci :  

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

990€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€

giudice Anthony Kelly oltre a revocare la cancellazione del visto ha anche ordinato al governo di rilasciare Djokovic entro 30 minuti dalla sua decisione. «Questa è stata una grande sconfitta per le autorità australiane», ha subito esultato il fratello di Nole, Djordje Djokovic, parlando con la tv serba Prva. «Sono stati notti insonni per tutta la famiglia. Stiamo attraversando momenti molto difficili e Novak ha dimostrato quanto sia tenace, quanto creda nei suoi ideali, che è un grande uomo», ha aggiunto

Sorgente: Djokovic vince la causa ed è libero: “Voglio giocare gli Australian Open”. I genitori: “La sua più grande vittoria”. Domani la decisione del governo

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

990€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€