Cannabis light: Dietro-front- il ministro Grillo, da Css conclusione forzata, no a divieti - RASSEGNA STAMPA 2.0
Loading...
NEWS

Cannabis light: Dietro-front- il ministro Grillo, da Css conclusione forzata, no a divieti

(ANSA)

Quella del Consiglio superiore di Sanità (Css), che chiede di vietare la vendita della cannabis light, è “una conclusione un po’ forte, visto che si tratta di un principio di precauzione e comunque di una quantità di sostanza attiva molto bassa”. Il neoministro della Salute Giulia Grillo, intervistata da Stampa, getta acqua sul fuoco acceso “da un organo comunque consultivo, dato che poi le decisioni le prende il Governo”. E tra le decisioni, assicura, al momento “non c’è la chiusura dei canapa shop, casomai una loro regolamentazione”. “Sui numerosi campioni testati nei laboratori, solo in sei casi sono risultati valori in combinazione di Thc compresi tra lo 0,2 e lo 0,6%, che sono comunque limiti consentiti dalla legge”, spiega Grillo, secondo cui “la conclusione di chiedere il divieto di vendita sarà tutta da valutare alla luce di reali prove di nocività. Agli italiani che ieri hanno letto un po’ di notizie allarmistiche dico comunque di stare tranquilli”. Il divieto, ribadisce, “non è in discussione. Casomai sarà necessaria una regolamentazione del settore. Lo dico anche ai tanti cittadini che mi hanno inviato mail allarmate e che dopo aver investito in un’attività dichiarata legale da una legge del 2016 non possono ora pagare il prezzo per una mancata regolamentazione”. Per il ministro M5S occorrerà inserire un divieto i vendita ai minori, “come è stato fatto per alcol e fumo di sigarette”. Sulla possibilità che nei negozi sia venduta anche marijuana non light, “i controlli sono fondamentali. Penso di potenziare il corpo specializzato dei Nas per creare una task force dedicata al controllo dei punti vendita”.

Grillo, intervistata anche dal Mattino, non esclude un nuovo commissario straordinario per la Campania “C’è un corposo dossier sul tavolo del ministero lasciato dalla precedente legislatura, il caso è all’esame. I dati – rileva – parlano chiaro: la Campania è ultima per livelli essenziali di assistenza. Ci sarà, dunque, grande attenzione per eliminare le disuguaglianze lì dove sono più forti e ingiuste e ledono i diritti sanciti dalla Costituzione”.

 

 

Sorgente: Cannabis: Grillo, da Css conclusione forzata, no a divieti – Salute & Benessere

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss