Loading...
NEWSPOLITICA

Elezioni Emilia-Romagna: decisivo il voto degli astenuti, circa il 63%…

Anche se sembra un ossimoro la realtà è proprio questa, il voto degli astenuti sarà decisivo.

Alle elezioni passate nel 2014 il partito democratico ha vinto con Stefano bonaccini , ma quello che in pochi sanno é che a votare alle regionali é andato solo il 37% dei cittadini, con un astensione record del 63%.

In numeri, su 3 milioni e mezzo di elettori, hanno votato solo 1milione e 300 mila circa… E bonaccini ha preso poco più di 600 mila voti ( neanche 1/5 del totale).

 

Al contrario dei partiti, gli astenuti sono stati più di 2 milioni… Poco meno di 2/3 del totale…

Non pensate possano fare veramente la differenza?

Chiaramente non è facile far tornare a votare un astenuto che é veramente esasperato, ma noi vogliamo farvi notare il potere che hanno… e vi diciamo fin da ora che chiunque vincerà domenica, dovrà la sua vitoria sopratutto agli astenuti, perché se neanche il caos sardine +Bibbiano riesce a portare gli elettori di nuovo al voto, vuol dire che il menefreghismo generale é andato veramente fuori controllo.

Voi che dite? Come andrà a finire? Vincerà l’asse PD-M5s oppure Salvini farà il Pienone? Ma sopratutto : i 2 milioni di astenuti… Cosa faranno?

 

 

 

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss