dopo tanti anni di ricerca a suon di sangue, sudore e lacrime e dopo aver ricevuto in cambio tanto fango, sono arrivato alla conclusione più ovvia: se ciò che faccio non interessa a chi ne beneficia, perché dovrebbe interessare a me? Io continuo a ricevere centinaia di messaggi di genitori che mi scrivono romanzi intrisi di lacrime, di fatto tutte fotocopie delle stesse, identiche tragedie, e pretendono aiuto da me. Quando, però, li si mette davanti all’evidenza dicendo loro che occorrono quattrini, ecco che tutto si spegne o, peggio, c’è persino chi risponde indignato: come osi chiedere soldi davanti a un bambino massacrato dalla vaccinazione?  Già: come se i quattrini li intascassi io e come se bastasse premere un bottone per vedersi uscire risultati. E pensi che i personaggi delle tante, troppe associazioni chiamate anti-vax usano liberamente i nostri risultati, senza mai chiedere nemmeno il permesso, senza nemmeno un grazie, per poi ostacolarci. E ora davvero basta: ora non sarò più io a chiedere denaro per acquistare il microscopio e per mantenerlo. Ora sarà chi ha bisogno di me a chiedermi con il cappello in mano di accettare il microscopio con tutti gli annessi e connessi e mi ringrazierà se io accetterò. Se tutto questo non avverrà, la cosa non mi riguarderà più. Continua qui;

Sorgente: Come faremo senza la ricerca di Gatti e Montanari? – Vitalmicroscopio

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK


SOSTIENI LA CONTROINFORMAZIONE ITALIANA LIBERA E INDIPENDENTE

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Rassegna stampa 2.0 è una fonte d’informazione alternativa indipendente che fino ad ora si è sostenuta grazie ed unicamente al lavoro e alla passione di due ragazzi italiani, David e Mirco.

Oggi però le cose stanno velocemente cambiando e la censura preventiva dei social, per quanto riguarda le fonti di controinformazione libera come la nostra, si stanno facendo sempre più dure, restringenti e discriminanti. Le spese non sono più sostenibili e la passione e la buona volontà non bastano più.

Se non riusciamo a raggiungere una cifra adeguata che ci permetta di autofinanziarci per tutto il 2021, saremo purtroppo costretti a chiudere, al contrario, se la raccolta dovesse andare a buon fine, potremmo portare a termine i tanti progetti che abbiamo chiuso nel cassetto per mancanza di fondi, primo su tutti la creazione di una “tavola rotonda per Italexit”.

Abbiamo deciso di rinunciare al guadagno tramite pubblicità perché crediamo che il giornalismo non debba esserne schiavo e tantomeno usare il metodo acchiappia click, ma soprattutto perché crediamo nella generosità di chi ha compreso che la controinformazione libera ed indipendente é una parte essenziale della verità.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

137€ of 10.000€ raised
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 1,00€