El Bordo, il Muro della Vergogna La chiamano così i messicani la barriera che si snoda per circa 1000 km di frontiera in tratti non continui, nelle sezioni urbane del confine, le aree che, in passato, hanno visto il maggior numero di attraversamenti clandestini, come San Diego, in California e El Paso, in Texas, e poi Arizona e Nuovo Messico. È un muro di lamiera metallica sagomata, alta dai due ai quattro metri, dotato di illuminazione ad altissima intensità, di una rete di sensori elettronici e di strumentazione per la visione notturna, connessi via radio alla polizia di frontiera statunitense, oltre ad un sistema di vigilanza permanente, effettuato con veicoli ed elicotteri armati.

 

 

Tra San Diego e Tijuana, dove corre la barriera di separazione tra Stati Uniti e Messico.

 

continua qui;

Sorgente: San Diego vista da Tijuana, scatti da El Bordo, il muro che separa il Messico dagli Usa

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK