Inizia la controffensiva dei siti diffamati dagli sbufalatori improvvisati, quelli che accusano di “fake news” chiunque non la pensi come loro.Chi pensa di potersi garantire un posto al sole compilando fantomatiche liste, appiccicando etichette disonorevoli e tatuando il marchio dell’infamia, senza che ve ne sia giustificato motivo ma solo per difendere un’idea – la sua -, e non una realtà oggettiva, d’ora in poi dovrà risponderne nelle opportune sedi. Quelle dove i fatti contano veramente e le chiacchiere – come si dice in Abruzzo – stanno a zero.

Sorgente: False Fake News: iniziano a fioccare le querele – Byoblu.com

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK