Chiudete un attimo gli occhi e pensate a voi, a quando eravate piccoli o adolescenti, cosa vi viene in mente? I campetti terrosi, la terra mangiata, il compagno di banco, il tuo ed il suo odore dopo l’ora di ginnastica. E poi, il viso di quella compagna di cui nemmeno ricordi il nome ma che t’inebetiva….parlarsi vicini vicini….mordere la gomma per cancellare……assaggiare un fiore, la merendina spappolata nella cartella…la testa penzolante dell’amico addormentato sul pullman al ritorno, stanchi morti, dalla gita…. E il nonno, con la sua barba dura che ti grattava, eppure alla fine ti piaceva, come odiavi ed amavi, oggi più che allora, la nuvola di lacca da capelli di nonna……  Il sapore dei primi baci, il toccarsi….litigate, capelli tirati.

Questo e tanto altro, sono i nostri ricordi e sono per gran parte figli dei sensi.

Come si forma un uomo, come siamo diventati adulti?   Siamo più che animali, ma conosciamo il mondo con il nostro corpo, abbiamo bisogno di usare i nostri sensi ed abbiamo bisogno disperato di interagire con i nostri simili, ciascuno a modo suo ma ne abbiamo bisogno. Mente e corpo si sviluppano quasi in simbiosi con il mondo che li circonda. Anche il sistema immunitario ha grande bisogno di questa interazione.   Oggi stiamo privando bambini e giovani dei mattoni che costruiranno gli uomini di domani. Questa situazione, di distanziamento, di paura, di isolamento, sarà il nuovo modo di vivere, non ne usciremo. Ce lo dicono apertamente, parlano tutti di nuovi stili di vita, non ci daranno indietro le nostre vite, ve lo dovete scordare….o almeno, non lo faranno con le buone.   Inoltre, censurano la protesta, la etichettano di ogni -ismo possibile, dicono che chi pensa, chi ha dubbi, è un pazzo psicopatico o affetto da demenza.

Quindi niente sensi e niente pensiero….  Gli adulti del futuro, non potranno più lottare, ribellarsi …..tutto quello fatto finora dai padroni, li renderà impotenti. Bastano poche generazioni per creare un danno irreparabile per la società. Purtroppo, o si reagisce adesso o non lo si farà mai più….. Ma se vinceranno loro, dobbiamo esser consci, che gran parte della colpa sarà stata nostra, perche lo abbiamo accettato, lo abbiamo permesso e ci siano adeguati.

Fabrizio Cascapera

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK


SOSTIENI LA CONTROINFORMAZIONE ITALIANA LIBERA E INDIPENDENTE

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Rassegna stampa 2.0 è una fonte d’informazione alternativa indipendente che fino ad ora si è sostenuta grazie ed unicamente al lavoro e alla passione di due ragazzi italiani, David e Mirco.

Oggi però le cose stanno velocemente cambiando e la censura preventiva dei social, per quanto riguarda le fonti di controinformazione libera come la nostra, si stanno facendo sempre più dure, restringenti e discriminanti. Le spese non sono più sostenibili e la passione e la buona volontà non bastano più.

Se non riusciamo a raggiungere una cifra adeguata che ci permetta di autofinanziarci per tutto il 2021, saremo purtroppo costretti a chiudere, al contrario, se la raccolta dovesse andare a buon fine, potremmo portare a termine i tanti progetti che abbiamo chiuso nel cassetto per mancanza di fondi, primo su tutti la creazione di una “tavola rotonda per Italexit”.

Abbiamo deciso di rinunciare al guadagno tramite pubblicità perché crediamo che il giornalismo non debba esserne schiavo e tantomeno usare il metodo acchiappia click, ma soprattutto perché crediamo nella generosità di chi ha compreso che la controinformazione libera ed indipendente é una parte essenziale della verità.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

157€ of 10.000€ raised
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 1,00€