In primo grado la donna era stata condannata al carcere a vita perché ritenuta colpevole per la morte della 78enne Rosa Calderoni nel 2014 durante il ricovero in ospedale Umberto I .

 

 

 

Sorgente: Presente “l’infermiera killer”? Niente ergastolo, assolta. Clamoroso: perché si salva

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK