Su 74 parlamentarii in regola 69 indicano una voce di spesa relativa a missioni oppure attività ed eventi.  In particolare il totale rendicontato dai deputati e dai senatori è di circa 390.000€.  Su tutti spicca Francesco d’Uva che durante il lockdown dichiara oltre 5000 euro di attività ed eventi su un monte spese totale di circa 10.000€.  Al Senato invece il primato spetta sicuramente a Silvana Giannuzzi e i suoi 4.700 euro dichiarati in eventi.  Dal sito ufficiale del Movimento 5 Stelle, nel quale non sono visibili scontrini e fatture, non si evince la reale giustificazione di tali spese, che ripetiamo al netto di giustificazioni plausibili, per come riportati sembrano quanto meno inopportune. In linea di massima, ad aprile, durante il lockdown le spese per eventi pubblici e missioni sarebbe dovute essere pari a zero.

Fonte

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK