Nicola Gratteri Procuratore della Repubblica di Catanzaro: “L’operazione mastodontica, come ha spiegato Gratteri parlando di un suo “sogno”, è iniziata il giorno stesso del suo insediamento in procura a Catanzaro e ha rischiato di essere danneggiata più volte da fughe di notizie, l’ultima volta mercoledì sera. Tanto che i 3000 carabinieri impegnati nel blitz hanno dovuto accelerare anticipando l’operazione di 24 ore. Le accuse, contestate a vario titolo, sono associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio ed altri numerosi reati aggravati dalle modalità mafiose.”

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK