Loading...
POLITICANEWS

Meloni umilia Conte: «Non rida, non c’è niente da ridere» – Video

Azioni

“Non userò mezzi termini, perché a differenza di quello che ho sentito dire da molti colleghi, io penso che quello che sta accadendo qui stamattina sia gravissimo”.  Inizia con queste parole il durissimo attacco di Giorgia Meloni nei confronti del presidente del Consiglio Conte e del suo governo.  In aula si stava per procedere al voto sulla proroga dello Stato di emergenza. “Penso che questo sia il tassello di una vera e propria deriva liberticida – ha detto la Meloni – che questo governo ha messo in campo con la scusa del coronavirus”.  L’antidemocratico Orbán revoca la proroga, Conte se la tiene Rivolgendosi poi al presidente del Consiglio, ha fatto notare che non occorre dichiarare lo Stato di emergenza per fare cose che “potrebbe fare tranquillamente con strumenti ordinari”, tipo i decreti legge. “Forse si sente così importante, così potente da poter venire qui a deridere il parlamento della Repubblica”.

 

Fonte

 

 

 

 

Azioni

COMMENTI:

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK