Loading...
POLITICA

Sequestro di persona; l’assoluzione è avvenuta perché il fatto non costituisce reato

Azioni

La sentenza del 15 aprile scorso ha avuto questo esito: per i capi di imputazione di omicidio preterintenzionale, abbandono di incapace e abuso di autorità, tutti gli imputati sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Mentre l’ultimo capo di imputazione, che in origine era l’arresto illegale, è stato riqualificato in «sequestro di persona». E qui le strade degli imputati si dividono. I poliziotti sono stati assolti, come sopra, perché il fatto non sussiste. Per i due militari, invece, c’è stata sì l’assoluzione ma – ecco il dettaglio terribilmente significativo – con una motivazione differente, che assume una fondamentale importanza: l’assoluzione è avvenuta perché il fatto non costituisce reato.

La sentenza, utilizzando quella formula, ammette l’avvenuto sequestro di Uva a opera dei due carabinieri, dichiarando però allo stesso tempo che quel sequestro di persona non può essere considerato un reato…
continua qui ;

FONTE

 

 

Azioni

COMMENTI:

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK