×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Post category:Politica

Un’associazione di Orbassano punta sull’istruzione parentale per aggirare i divieti. Ma la regione Piemonte si prepara già alla guerra :

 

La Regione Piemonte sembra avere adottato un atteggiamento inflessibile. Ancora ieri ha chiarito che l’obbligo di vaccinare i bambini è tassativo per quelli con più di sei anni, in età da scuola dell’obbligo. Per i più piccoli, possono considerarsi esenti solo i bimbi tenuti a casa. Tutti gli altri, che frequentino asili pubblici o privati, micronidi, strutture aziendali, condominiali o parentali, non sfuggono alle regole: riceveranno la lettera dell’Asl che li invita a vaccinare i figli e, se non provvederanno, saranno soggetti a controllo e sanzioni.

 

Sarà battaglia. Le famiglie anti vaccini si stanno organizzando. E poiché le scuole che offrono scappatoie sono poche, promettono di combattere dentro il sistema ufficiale. Le associazioni «no vax» hanno diffuso un decalogo: rimandare i colloqui con le Asl e in ogni caso registrarli; prendere tempo finché non arriva la multa, quindi rivolgersi agli avvocati; chiedere ai pediatri la verifica dei titoli anticorpali; infine, minacciare di denuncia insegnanti e altri genitori che chiedono lumi sullo stato di vaccinazione dei propri figli.

Sorgente: Torino, con la scuola fai da te arriva il primo istituto “no vax”

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

421€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€