×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Categoria dell'articolo:Salute

Quando le cose vanno bene il farmaco o il vaccino viene approvato e messo in commercio in maniera eclatante  , ma quando le cose vanno male e stiamo parlando del 90% dei casi, cosa accade ai pazienti cavia che subiscono danni?

Perché nessuno ne parla?

Se provate a cercare su internet i “fallimenti” dei test non troverete niente e se proprio siete insistenti, facendo una ricerca molto accurata, potrete trovare solo dei test finiti male che riguardano medicine o farmaci già esistenti in natura e mai i flop delle grandi case farmaceutiche…

Non vi sembra strano?

Possibile che tra migliaia di farmaci testati in fretta e furia e vaccini sperimentali Ogm, nessuno di questi abbia fallito miseramente i test provocando gravi danni ai pazienti? Possibile che gli unici articoli siano di “smentite ad altri post” che pongono questa domanda? E per ultimo : possibile che se parli di pericolo dei vaccini vieni tacciato di essere una fonte di disinformazione collegata ai russi? Ma siamo seri?

interrotti i test: «Troppi morti per effetti collaterali»

” i pazienti con coronavirus che avevano assunto una dose elevata del farmaco – ritenuta necessaria, in teoria, per bloccare la diffusione della malattia – hanno accusato effetti collaterali come l’aritmia aumentandone il rischio di soffrire un infarto.  L’analisi del rapporto tra rischi e benefici ha indotto medici, scienziati e ricercatori brasiliani a suggerire di percorrere un’altra strada. Non si è abbastanza certi dell’efficacia della cura e ora si è anche scoperto che i pazienti rischiano di morire per gli effetti stessi dell’alto dosaggio. I numeri purtroppo lo confermano: il test è stato svolto su 81 pazienti ricoverati a Manaus da ricercatori del team CloroCovid-19, composto da scienziati di 21 istituzioni e guidata dalla Fondazione di medicina tropicale Dott. Heitor Vieira Dourado, del governo dello Stato di Amazzonia. Tra i pazienti che sono stati sottoposti al dosaggio più alto, si è registrato infatti un tasso di mortalità del 17%”

Fonte

 

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

556€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€