Che lo stato di salute della democrazia e delle regole democratiche non sia ottimale lo avevamo capito da un po’. Il Covid è arrivato a dare la mazzata finale” scrive il senatore e conduttore tv Gianluigi Paragone commentando le parole del medico. “Mentre anche in queste ore in Parlamento e nella maggioranza discutono se andare a elezioni o meno, come se questa possibilità stia in capo a loro e non al Presidente della Repubblica, adesso anche i virologi iniziano a intervenire sul tema. Divenuti star della tv “grazie” alla pandemia, ora intendono dirci anche quando e se è il caso di andare a elezioni”.

Paragone. “Ma non è tutto – sottolinea – Perché sempre Galli, tra i più accaniti sostenitori del lockdown totale anche per mesi interi, ha parlato anche di “troppe libertà. Insomma, i virologi ci hanno preso gusto a dettare le regole, e in questo modo non sembrerà più tanto strano sentir qualcuno parlare di “dittatura sanitaria”.  L’alternativa qual è? Per Galli c’è solo una strada: “I tira e molla sono pesanti anche per l’economia. È peggio avere continui apri e chiudi che una situazione netta” ha dichiarato il prof. “Quindi per Galli dovremmo stare di nuovo tutti chiusi in casa e guai a votare…”

Fonte

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK