×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Categoria dell'articolo:Salute

“… le società scientifiche hanno affermato con chiarezza che: le donne in gravidanza devono essere considerate popolazione fragile; la vaccinazione non è controindicata in gravidanza: la vaccinazione non è controindicata in allattamento. E ancora, che: la vaccinazione non è controindicata nelle donne che assumono contraccettivi ormonali; non vi è nessun dato scientifico che ipotizza ripercussioni della vaccinazione sul potenziale riproduttivo maschile o femminile; non è consigliata nessuna terapia di supporto o nessuna indagine preliminare alla vaccinazione

Continua dopo il Link per sostenerci :  

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

707€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€

A lanciare l’allarme la Federazione Sigo-Aogoi-Agui-Agite, la Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia che vede riunite tutte le anime della ginecologia italiana, insieme alla Sin, la Società Italiana di Neonatologia e alla Simp, la Società Italiana di Medicina Perinatale. Le Società scientifiche si sono espresse da tempo su alcuni punti e hanno rivolto appelli al Ministro della Salute chiedendo anche audizioni nelle sedi competenti.

“sottolineano la necessità, ancora oggi, di informare e rassicurare le donne in quanto questa criticità  può rappresentare un ulteriore fattore che va ad incidere sulla denatalità che rappresenta la maggiore problematica sociale attuale”

 

 

 

 

 

Per la Federazione Sigo (Sigo-Aogoi-Agui-Agite), Sin e Simp, le donne italiane sono ancora in una situazione di gravissima confusione. Istituzioni e Ministero della Salute devono quindi assumere una posizione chiara e iniziare ad orientare la campagna vaccinale verso una massiva ed intensiva vaccinazione delle donne in gravidanza. In mancanza di un accordo nazionale si rischia di “recare un potenziale danno alla donna e al nascituro”

Sorgente: Vaccinazione Covid in gravidanza. “Bisogna rassicurare le donne. Non si può più aspettare”. Ginecologi e neonatologi lanciano l’allarme

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

707€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 5,00€