×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Post category:Salute

domenica mattina le hanno detto che le avevano iniettato per sbaglio sei dosi del vaccino Pfizer (in seguito è emerso che le dosi erano quattro, non sei; qui i dettagli).  Denuncerà l’ospedale? «Assolutamente no. Ho parlato anche con mamma e anche lei è d’accordo nessuna denuncia penale. Sono cose che possono accadere, tutti si sbaglia, non c’è dolo. L’ho letto negli occhi dell’infermiera che mi ha fatto l’iniezione».

Adesso un po’ meglio? «Sono stanchissima. E molto stressata. Ho forti dolori nel punto dell’inoculazione, mi fa male tutto il braccio e ovviamente ho paura. Adesso bisogna vedere che cosa accadrà. Non c’è letteratura (in realtà un caso simile è avvenuto in Germania nel dicembre 2020, ndr). Non farò nessuna denuncia penale ma è ovvio che se avrò in futuro gravi conseguenze qualcuno dovrà rispondere in sede civile. La mia tolleranza vale solo per l’infermiera o chi per lei ha sbagliato non per la struttura che comunque non può mai permettersi certe disavventure».

medici che cosa le hanno detto? «Che non sanno esattamente quali conseguenze ci potranno essere. Chi ha detto addirittura che invece di una sovrapproduzione di anticorpi, come si può supporre, potrei anche non averne. Una dose troppo alta pare che annulli ogni effetto»  In questo ultimo caso si dovrà vaccinare di nuovo? «Spero che non ci sia bisogno, ma sono pro vaccino e se ci sarà necessità lo farò ancora. Una dose sola però

 

Fonte https://www.corriere.it/cronache/21_maggio_10/pfizer-massa-carrara-studentessa-che-ha-ricevuto-sei-dosi-vaccino-ho-paura-mi-fa-male-tutto-ma-perdono-infermiera-be3d40b4-b198-11eb-97b4-aa5e7b1c1388.shtml

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

525€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€