×

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“La libertà di espressione va esercita con responsabilità. La libertà di parola e la libertà d'azione non hanno significato senza la libertà di pensiero e non c'è libertà di pensiero senza il dubbio. Dire quello che pensi certo ti danneggia in società: ma la libertà di parola vale più di mille inviti.”

  • Post category:Sociale

In un anno vi siete bevuti: – I cinesi che muoiono per strada in preda alle convulsioni

– Il plexiglas in spiaggia –

Le onde del mare che, infrangendosi sugli scogli, spargono il virus in un aerosol contagioso –

Che chi ha la zeppola è più contagioso

– Che certi dialetti sono più contagiosi –

Gli Stati Generali (!) –

L’asfalto da sanificare –

Le spiagge (!) da sanificare –

Il virus contagioso a orari –

Il virus che contagia nel tragitto dall’ingresso al tavolo o dal tavolo alla cassa ma non al tavolo –

Il virus che contagia in piedi ma non da seduti –

Il virus che si annida nei testicoli –

Il virus che contagia di più quelli alti oltre 1,80 –

Le varianti di paesi invisi all’UE (attendiamo quella bielorussa) –

La Cina ci sta aiutando –

Il paziente 1 che non era il paziente 1 –

Le mascherine non ci sono e quindi non servono ma ora ci sono e quindi servono –

Gli assembramenti nemmeno con la mascherina, a meno che tu non sia un giornalista o un politico –

La mascherina solo a favore di telecamera –

Di non prendere FANS per prevenire una sindrome infiammatoria –

Di curarvi a Tachipirina –

Il virus che si propaga se tiri lo sciacquone –

Il virus che si propaga tramite le flatulenze –

Il virus sui surgelati –

I militari fra la gente che poi si è ammesso essere usati come propaganda –

Che la stampa dia notizie vere quando prende soldi per promuovere le notizie sul Covid –

Che un DPCM valga più della legge – Che si possa vivere in emergenza a vita

– Che un vaccino vi salverà –

Che la vita sia sopravvivenza –

Che le TI sono piene per il virus e non per il taglio dei posti letto –

Che bisognava uscire pure con gli occhiali protettivi –

Che il vento propaga il virus –

Che uno in uno studio televisivo al chiuso senza mascherina possa dire a uno che sta all’aperto senza mascherina che se non se la mette gli toglie il collegamento senza chiamarla censura –

Che sia legale non poter vedere i propri parenti e non sapere che fine facciano e non poter vedere in che condizioni sono quando vengono dichiarati morti e messi nelle bare –

Il papa e la sua sceneggiata di Pasqua – Il papa e la sua sciatalgia a Natale –

I banchi a rotelle –

L’influenza scomparsa grazie a distanziamento e mascherine –

Il Covid che continua a esserci perché non si rispetta il distanziamento e non si portano le mascherine –

Che sia meno pericoloso per un anziano fare la fila fuori al freddo, con la pioggia o con la neve in attesa di entrare alla posta o al supermercato – Che stare in casa faccia meglio che uscire –

La sanificazione dei cimiteri –

Che è normale essere inseguiti da un drone –

Che in sei è sicuro, in sette no –

Che se metti la mascherina in macchina da solo, è una forma di galateo –

La mascherina anche in casa

… Mi sono stancato di continuare, non immaginavo di arrivare a scrivere un elenco tanto lungo, e potrebbe andare avanti ancora…

Dario Sardella

LASCIA UN COMMENTO:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK

SOSTIENI RASSEGNA STAMPA 2.0

“Essi considerano come loro peggior nemico chi dice loro la verità” (Platone) e noi per circa dieci anni siamo andati avanti sfruttando proprio la nostra passione per la verità e le notizie “scomode”, adesso però abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Sostieni la Controinformazione italiana libera e indipendente

406€ su 10.000€ raccolti
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€