Loading...
SOCIALEARTICOLI IN EVIDENZANEWS

Tredici milioni di poveri assoluti e relativi ma l’M5S esulta per il successo

Azioni

Dopo che l’ISTAT ha tirato fuori il Report sulla povertà del 2019 Vito Crimi ha fatto un comunicato : “”la povertà assoluta diminuisce dopo molti anni… Grazie al Reddito di cittadinanza … Il Reddito di Cittadinanza, una misura di civiltà di cui andiamo fieri, che abbiamo voluto e sostenuto tenacemente per affermare, con i fatti, un principio: “nessuno deve rimanere indietro”.

Fonte

Purtroppo Qualcuno indietro c’è rimasto… E non sono pochi:

Se unisci la  povertà relativa alla povertà assoluta si scopre che circa 13 milioni di italiani sono poveri o quasi poveri… E se calcoliamo che questi dati sono precedenti all’epidemia di covid-19 , si capisce subito che c’è poco da gioire. 

POVERTA’ ASSOLUTA:  Nel 2019, si stimano quasi 1,7 milioni di famiglie in povertà assoluta , per un totale di quasi 4,6 milioni di individui.

POVERTA’  RELATIVA : nel  2019  le  famiglie  in  condizioni  di  povertà  relativa  sono  stimate  pari  a  poco  meno  di  3  milioni , per  un  totale  di  oltre  8,8  milioni  di  individui.

Per un totale di circa 13 milioni di italiani.

Conclusioni :

Il reddito di cittadinanza é un flop!

se 13 milioni di cittadini sono poveri o relativamente poveri, vuol dire che il reddito non ha funzionato, che l’importo medio del sostegno é troppo basso e che i beneficiari sono ancora pochi. (sicuramente per via dei criteri di sicurezza e per i parametri di accesso al reddito)

 ulteriore classificazione viene fatta nelle Famiglie ” sicuramente povere” , “appena povere” o “quasi povere”:

La classificazione delle famiglie in povere e non povere, ottenuta attraverso la linea convenzionale di  povertà relativa, può essere articolata ulteriormente tramite l’utilizzo di soglie aggiuntive, corrispondenti  all’80%, al 90%, al 110% e al 120% di quella standard, che permettono di individuare gruppi di famiglie  distinti in base alla distanza dalla linea di povertà.

Le famiglie “sicuramente” povere sono pari al 5,9%. Quelle “appena” povere sono il 5,6% e invece le “quasi povere” sono il 7,2%… Per un totale di 18,6%.

Le famiglie “sicuramente” non povere, giusto per fare chiarezza, sono l’81,4% del totale.

PDF dati relativi alla povertà in totale :

Fonte

 

Azioni

COMMENTI:

RASSEGNA STAMPA 2.0:

Rassegna Stampa 2.0 offre ai lettori un punto di vista alternativo, esaltando particolari importanti che sfuggono alla lente d'ingrandimento dell'informazione, dando spazio a quelle voci ribelli, che hanno questa brutta abitudine di scrivere ciò che pensano, offrendo a tutti loro la possibilità di avere un tavolino personale dove poter salire per esprimersi con un megafono e uno spazio che gli permetta magari di essere indicizzati da google, riteniamo giusto collaborare con siti non molto conosciuti, dove tante persone ogni giorno svolgono un lavoro enorme nel cercare, verificare e pubblicare notizie su temi scottanti, citando sempre le fonti e confezionando il tutto con foto.

"A meno che uno come te non ci tenga molto, niente andrà meglio o sarà risolto!" Dr. Seuss

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK