Dopo gli articoli de Linkiesta, sono arrivati gli esposti, le interrogazioni parlamentari, le richieste di chiarimento, una copertura stampa internazionale e anche l’apertura di un’indagine del Garante della Privacy e, adesso, anche quella interna di Facebook: «L’applicazione Attivista 5 Stelle non è più attiva sulla nostra piattaforma e non lo è da oltre un anno», fa sapere Facebook, aggiungendo che «attualmente sta esaminando l’app come parte della nostra App Developer Investigation».

Fonte

COMMENTI:

Rassegna Stampa

“La prima regola del giornalismo è sapere ciò che si vuole apprendere, la seconda è trovare chi è in grado di dare le informazioni che si stanno cercando.”

SEGUICI SU TUTTI I SOCIAL NETWORK